Un momento di condivisione

Pubblicato il 9 dicembre 2013

Cari amici,
come sapete nei giorni scorsi abbiamo avuto ospite in sede il dott. Monetta per un ciclo di terapie Cro Vin, metodo da lui stesso ideato che, integrando il Cro System con il Metodo dei Vincoli Cutanei, ne potenzia e stabilizza l’efficacia.
Sono stata al suo fianco durante i trattamenti e quello che ho visto accadere mi ha veramente impressionato…se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto!
Ogni bambino, ogni ragazzo ha avuto risultati immediati. Alcuni davvero incredibili: ho visto scomparire una grave scoliosi nel giro di poche sedute; ho visto un bambino con diplegia spastica liberare completamente la gamba trattata, la più compromessa, e allineare perfettamente il passo oltre che stabilizzare la testa; ho visto sciogliersi, proprio sotto i miei occhi, la rigidità ventennale di una gamba emiplegica da trauma cranico!!
E quello che più mi ha colpito è che questi non sono soltanto effetti periferici, sintomatici. Studi scientifici hanno accertato che durante la terapia vengono attivate specifiche aree cerebrali, con una modificazione neurofisiologica degli schemi motori.
Certo non finisce qui, è necessario poi mantenere i risultati ottenuti e quindi è fondamentale continuare a casa il programma riabilitativo. Ma vedere realizzarsi in pochi minuti risultati che normalmente richiedono anni di duro lavoro, e che a volte non accadono mai, è stato davvero entusiasmante e commovente.
Aggiungo una mia personale considerazione: risultati così eclatanti non sono frutto soltanto di una buona attrezzatura…è il tecnico che fa la differenza! Nel dott. Monetta ho incontrato un connubio di grande esperienza e professionalità con alti livelli di umanità e simpatia. E’ stato un piacere lavorare al suo fianco!
Tornerà a fine gennaio 2014.
Consiglio a tutti coloro che si confrontano quotidianamente con problematiche motorie, personali o dei propri cari, di vivere direttamente questa esperienza.
Solo così potrete toccare con mano la verità e concretezza dei precetti su cui si basa il nostro lavoro, e cioè che Niente è impossibile e che il Potenziale di ogni persona, per quanto danneggiato sia il suo cervello, è sempre talmente grande che può dare risposte eccezionali quando viene adeguatamente stimolato e supportato da un programma terapeutico attentamente personalizzato e rispondente ai reali bisogni della persona.
Felice di condividere con voi il mio entusiasmo, un caro saluto.

Bruna Dozzo